• it
  • en
  • fr
  • ru
“Fall around…in Florence”: la charity night di ItaliaSquisita

“Fall around…in Florence”: la charity night di ItaliaSquisita

Fall around in Florence

Ph: https://www.facebook.com/ItaliaSquisita-147031685608/

Anche nel 2018 ItaliaSquisita, che da anni organizza eventi gastronomici a scopo benefico, ha rinnovato l’appuntamento con la sua tradizionale Charity Night d’autunno.
Lo scorso 26 novembre, nella nuova ed esclusiva location offerta dai saloni del The St. Regis Florence, si è svolta la serata gourmet per aiutare la fondazione Bertini.
A beneficiare dei proventi (70 euro la base d’offerta per prendere parte alla festa) è stata infatti la Fondazione Gaetano Bertini Malgarini Onlus, che ogni giorno è impegnata nel sostegno di persone con disagi psichici, per favorirne l’inserimento nel mondo del lavoro attraverso un progetto fondato sulle opportunità dello smart working.

“Fall around…in Florence”

Fall around…in Florence“, questo il tema della serata, ha portato sulla tavola la stagione dei colori, interpretata da più di 30 chef creativi, pizzaioli e panificatori, pasticceri e mixologist che hanno permesso ai presenti di gustare innumerevoli abbinamenti e materie prime d’eccellenza.

Tra i protagonisti dell’evento anche la nostra chef stellata Silvia Baracchi.

Insieme a lei Valeria Piccini, in veste di “Cicerone Around Florence”, e molti altri chef del meraviglioso territorio fiorentino e toscano: Vito Mollica, Marco Stabile, Nicola Damiani, Karime Lopez, Luca Tempestini e Giuseppe Della Rosa, Katia Maccari, Cristiano Tomei, Gaetano Trovato, Antonello Sardi, Gentian Shehi ed Emanuele Vallini.

Da Milano invece è arrivato Elio Sironi, mentre dal sud Angelo Sabatelli, Maria Cicorella e Antonio Zaccardi.

Ampio spazio anche al mondo della pizza e della panificazione grazie alla presenza di Gennaro Battiloro, Alessandro Frassica, Pasqualino Rossi e Antonio Cera.

Tutto fiorentino infine il mondo pastry & sweet con il pasticciere Ugo Rossi, il gelatiere creativo Simone Bonini, Domenico Di Clemente e Giovanni Di Giorgio.

Al banco dei drink, per l’angolo della mixologia contemporanea, Matteo Di Ienno insieme a Marco Piroli.

Cucina Toscana: Pappa al Pomodoro

Cucina Toscana: Pappa al Pomodoro

Cucina Toscana - Pappa al pomodoro

Ph: @regionetoscana – Instagram: www.instagram.com/p/BoPLyD2B-UZ/

La ricchezza della Val di Chiana in termini di specialità ed eccellenze enogastronomiche rende questo territorio una meta ideale per tutti i buongustai e gli appassionati del gourmet.
Del resto l’intera Toscana è celebre per la sua lunga tradizione culinaria, che unisce materie prime eccellenti, come vino e olio di altissima qualità, a una lunga storia di sapori del passato, alla base di quelle ricette antiche che ancora oggi si possono scoprire nei ristoranti toscani: la tradizione contadina viene così rivisitata dagli chef stellati che ripropongono quei piatti semplici, genuini e saporiti, aggiungendo il loro personale tocco creativo.

La Pappa al Pomodoro

Tra questi piatti come non citare la famosissima Pappa al Pomodoro?

Gustosa e ottima per questo periodo dell’anno, la Pappa al Pomodoro è un piatto “povero” della cucina toscana, nato per riutilizzare il pane raffermo. Gli ingredienti, infatti, testimoniamo la sua origine contadina: pane toscano raffermo non salato, pomodori, spicchi di aglio, basilico, olio toscano, sale e pepe.

Nonostante le umili origini, questo piatto tipico toscano fu conosciuto in tutta Italia prima grazie alle pagine del famoso Giornalino di Gian Burrasca dello scrittore fiorentino Vamba pubblicato nel 1920 e poi, negli anni Sessanta, con la versione televisiva del libro con Rita Pavone, interprete della nota canzone “Viva la Pappa col Pomodoro“.

Ecco per voi la ricetta della Pappa al Pomodoro:

1. Preparare 1 litro e mezzo di brodo di carne, già sgrassato e filtrato.
In un tegame di coccio dai bordi alti versare 10 cucchiai di olio extravergine con 6 spicchi d’aglio e 1 peperoncino spezzettato. Accendere poi il fuoco, tenendolo abbastanza alto.

2. Non appena l’olio si scalda unire una manciata di foglie di basilico, stando attenti a non bruciare l’aglio che deve rimanere sempre bianco. Aggiungere 400 grammi di pane toscano raffermo, tagliato a fette molto sottili, che devono crogiolarsi per bene e assorbire tutto l’olio.

3. Aggiungere 500 grammi di pomodori molto maturi (o di polpa pronta) e versare abbastanza brodo da coprire il pane.
Aggiustare di sale e pepe, unire altre foglie di basilico e cuocere per un’ora a tegame coperto, aggiungendo di tanto in tanto un po’ di brodo.

4. La zuppa dovrà essere abbastanza densa: prima di servirla, passare nel passaverdure le parti grosse della Pappa, l’aglio e il basilico. Portarla in tavola con un filo d’olio a crudo…toscano – ça va sans dire!

Pin It on Pinterest