• it
  • en
  • fr
  • ru
Cucina Toscana - Pappa al pomodoro

Ph: @regionetoscana – Instagram: www.instagram.com/p/BoPLyD2B-UZ/

La ricchezza della Val di Chiana in termini di specialità ed eccellenze enogastronomiche rende questo territorio una meta ideale per tutti i buongustai e gli appassionati del gourmet.
Del resto l’intera Toscana è celebre per la sua lunga tradizione culinaria, che unisce materie prime eccellenti, come vino e olio di altissima qualità, a una lunga storia di sapori del passato, alla base di quelle ricette antiche che ancora oggi si possono scoprire nei ristoranti toscani: la tradizione contadina viene così rivisitata dagli chef stellati che ripropongono quei piatti semplici, genuini e saporiti, aggiungendo il loro personale tocco creativo.

La Pappa al Pomodoro

Tra questi piatti come non citare la famosissima Pappa al Pomodoro?

Gustosa e ottima per questo periodo dell’anno, la Pappa al Pomodoro è un piatto “povero” della cucina toscana, nato per riutilizzare il pane raffermo. Gli ingredienti, infatti, testimoniamo la sua origine contadina: pane toscano raffermo non salato, pomodori, spicchi di aglio, basilico, olio toscano, sale e pepe.

Nonostante le umili origini, questo piatto tipico toscano fu conosciuto in tutta Italia prima grazie alle pagine del famoso Giornalino di Gian Burrasca dello scrittore fiorentino Vamba pubblicato nel 1920 e poi, negli anni Sessanta, con la versione televisiva del libro con Rita Pavone, interprete della nota canzone “Viva la Pappa col Pomodoro“.

Ecco per voi la ricetta della Pappa al Pomodoro:

1. Preparare 1 litro e mezzo di brodo di carne, già sgrassato e filtrato.
In un tegame di coccio dai bordi alti versare 10 cucchiai di olio extravergine con 6 spicchi d’aglio e 1 peperoncino spezzettato. Accendere poi il fuoco, tenendolo abbastanza alto.

2. Non appena l’olio si scalda unire una manciata di foglie di basilico, stando attenti a non bruciare l’aglio che deve rimanere sempre bianco. Aggiungere 400 grammi di pane toscano raffermo, tagliato a fette molto sottili, che devono crogiolarsi per bene e assorbire tutto l’olio.

3. Aggiungere 500 grammi di pomodori molto maturi (o di polpa pronta) e versare abbastanza brodo da coprire il pane.
Aggiustare di sale e pepe, unire altre foglie di basilico e cuocere per un’ora a tegame coperto, aggiungendo di tanto in tanto un po’ di brodo.

4. La zuppa dovrà essere abbastanza densa: prima di servirla, passare nel passaverdure le parti grosse della Pappa, l’aglio e il basilico. Portarla in tavola con un filo d’olio a crudo…toscano – ça va sans dire!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This